In Blog

È tempo di viaggi e vacanze e per chi parte in viaggio è importante prepararsi per evitare, quanto possibile, le spiacevoli sorprese che riguardano la propria salute. Aipit con questo articolo vuole aiutarvi ad organizzare al meglio un viaggio e non lasciare nulla al caso.

Se la destinazione del viaggio è qualche paese con bassa qualità di servizi sanitari o accesso ad essi è difficile per motivi logistici, questo aspetto è ancora più importante. La scelta su cosa mettere in valigia dipenderà dalle caratteristiche del viaggio e della salute del viaggiatore. Condividere la lista delle cose da portare con il medico curante è fondamentale per evitare di portare via quello che non serve e lasciare a casa quello che invece è indispensabile.

Farmacia da Viaggio

Il Ministero degli Esteri suggerisce la seguente composizione della “Farmacia da viaggio”.

Articoli di Pronto Soccorso

  1. Cerotti
  2. Disinfettanti
  3. Bende
  4. Acqua ossigenata
  5. Repellenti
  6. Trattamenti per punture da insetto
  7. Semplici analgesici come paracetamolo
  8. Materiale sterile
  9. Termometro
  10. Una zanzariera
  11. Preservativi
  12. Disinfettanti per l’acqua
Farmaci

  1. Un antibiotico ad uso topico intestinale (paromomicina, neomicina, etc)
  2. Un antibiotico a largo spettro (amoxicillina-clavulanato, ciprofloxacina, levofloxacina, etc)
  3. Polvere o creme antifungine
  4. Farmaci antimalarici
  5. Pomate o compresse anti-istaminiche
  6. Farmaci per eventuali condizioni patologiche pre-esistenti
  7. Siringhe sterili ed aghi
  8. Pomata oftalmica antibiotica (es. tobramicina)
  9. Pomata antiistaminica e/o cortisonica per scottature o punture di insetto
  10. Antiacidi
  11. Antidiarroico (es. loperamide)
  12. Farmaci abitualmente assunti (accompagnati da lettera del medico curante)

In viaggio con ITP

Le persone affette da Itp devono tenere presenti anche alcune raccomandazioni:

  • Evitare l’assunzione di farmaci a base di acido acetilsalicilico (Aspirina) o di FANS (farmaci antiinfiammatori non steroidei. (Es. Moment, Brufen, Nurofen, Oki, Ketodol, Artrosilene, Fastum Gel, Froben, Benactiv Gola, Neo Borocillina e Gola Dolore) per l’aumentato rischio di sanguinamenti.
  • Prediligere come antipiretici (medicinali che si usano per abbassare la febbre) e antidolorifici farmaci a base di paracetamolo es. Tachipirina.
  • Portare con se del cortisone (ad esempio Deltacortene cp 5 e 25 mg), soprattutto se durante la storia della propria ITP questi farmaci sono risultati efficaci.
  • Portare con se acido tranexamico ( Es. Tranex, Ugurol) in compresse o fiale (da assumere per bocca) in caso di sanguinamenti moderati. In caso del sanguinamento dal naso bagnare una garza con il liquido della fiale e inserirlo delicatamente nel naso. In caso del sanguinamento dalle gengive sciacquare la bocca con il liquido e poi deglutire.
  • In caso sia in corso una terapia con steroide limitare l’esposizione al sole ad assicurarsi di utilizzare i prodotti con alta protezione solare.
  • In caso di terapia con farmaci TPO mimetici (Revolade o NPLATE).
  • Accertarsi che si dispone di numero sufficiente delle pastiglie / fiale per tutta le durata del viaggio.
  • Seguire le norme di conservazione del farmaco.
  • Portare con se la prescrizione del proprio ematologo.

Se dovete fare un viaggio in aereo è preferibile trasportare i medicinali nel bagaglio a mano soprattutto se si tratta dei medicinali termosensibili per via delle basse temperature nella stiva. E’ importante ricordarsi che le misure di sicurezza e limiti sulla dimensione dei contenitori per i liquidi sono applicate anche ai medicinali. Per il trasporto dei medicinali nel bagaglio a mano per i voli intraeruopei è utile avere un documento firmato dal vostro medico curante che certifichi che si è affetti dalla determinata patologia. Per i viaggi nei paesi extraeuropei a volte è necessario l’elenco dei medicinali firmato dal medico curante. In ogni caso per questi aspetti è meglio informarsi presso la compagnia aerea prima della partenza.

Se si va all’estero è importante ricordarsi che i nomi dei farmaci variano da paese a paese e la cosa migliore è memorizzare il principio attivo del farmaco di cui si ha più bisogno nel caso ci fosse la necessità di acquistarlo durante il viaggio. Esistono anche le app per cellulari e tablet come per esempio “Trova il mio farmaco” ma purtroppo non ci sono tutti medicinali, ad esempio il Tranex non si trova.

Altra cosa utile è accertarsi sulle modalità di accesso ai servizi sanitari in loco, in caso vi fosse bisogno di accessi urgenti al pronto soccorso o altre strutture sanitarie.

Ricordiamo che nel caso di emorragie importanti ed improvvise, sia in Italia che all’estero, è importante recarsi con urgenza al Pronto Soccorso per il controllo dell’emocromo e valutazione dell’intero quadro clinico.

Sul sito Global Itp Alliance potete trovare l’elenco delle associazioni di pazienti con Itp in diversi paesi del mondo, alle quali potete eventualmente chiedere delle informazioni utili per il vostro viaggio.

Tesserino Primo Soccorso ITP

E’ sempre consigliabile portare con se la documentazione della propria patologia (può essere sufficiente una copia della relazione di visita ambulatoriale) da mostrare al personale sanitario locale per rendere più rapido l’inquadramento del paziente. E’ consigliato fornire anche dei recapiti telefonici qualora vi fosse la necessità di un contatto diretto con l’ematologo di fiducia.

Avere un’identificazione che in caso di emergenza segnala ad eventuale personale di soccorso il fatto che si e affetti da Itp è sempre utile ma durante il viaggio soprattutto se all’estero lo è ancora di più. Per facilitare eventuale soccorso alle persone con Itp, abbiamo creato un tesserino identificativo con dati utili in caso di emergenza.

Cliccando sulla foto, potrete scaricare il file pdf con il tesserino, stamparlo e completarlo con i propri dati, ritagliarlo e sistemarlo nel portafoglio, borsetta, custodia del cellulare o qualsiasi altro accessorio che avete sempre a portata di mano. Il tesserino è predisposto in lingua italiana ed in lingua inglese.

A questo punto non ci resta altro che augurarvi delle vacanza piene di piastrine e di fantastici momenti da ricordare.
Buona Estate da Aipit

Ringraziamo per il contributo e supervisione scientifica il Dott. Giuseppe Carli, Ematologo presso UOC di Ematologia dell’Ospedale San Bortolo di Vicenza.


Fonti: Preparazione di una farmacia da viaggio
Foto: Annie Spratt on Unsplash

Post suggeriti

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contattaci

Inviaci ora una email tramite il form qui sotto. Rispetteremo la tua privacy!

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt